Perché in una lavasciuga il risparmio va oltre il prezzo

Fra i moderni elettrodomestici la lavasciuga è fra i più comodi e utili per chi ha poco spazio in casa perché ingloba in una sola macchina le funzioni di due apparecchi, la lavatrice e l’asciugatrice. Perché comprare una lavasciuga? Perché in metà tempo lava e asciuga al tempo stesso e viene incontro ai bisogni di chi sta poco in casa ed è spesso fuori per viaggio o per lavoro. Riassume le funzionalità di una multifunction e al tempo stesso dà la possibilità nel giro di poche ore a seconda del ciclo di lavorazione, impostabile anche da remoto nei modelli più avanzati, di mettere nell’oblò i panni sporchi e riaverli poco dopo puliti, profumati e, soprattutto, asciutti.

Visto l’ampio assortimento di lavasciuga in commercio, di cui si può avere un ghiotto assaggio consultando il sito www.lavasciugamigliore.it, sceglierne una potrebbe non essere così semplice e impone al potenziale acquirente di fare delle considerazioni preliminari. A qualcuno può sembrare che costi troppo, difficile trovarne una sotto i 400 euro, ma se si calcola che in realtà si acquistano due macchine in una allora, di colpo, il risparmio è palese. Nella guida alla scelta conta non soltanto quanto si spende sul momento, ma quanto si potrà spendere dopo per via dei consumi energetici. Come la lavatrice o la lavastoviglie, anche la lavasciuga può essere scelta in base alla classificazione energetica, disponibile su una tabella illustrata sulla scheda tecnica del prodotto. Se si sceglie una lavasciuga di classe A si avrà, quantomeno, la certezza di aver scelto un modello che ci farà risparmiare riducendo gli sprechi elettrici e idrici.

Ma non è solo la classe a determinare l’entità dei consumi di questo particolare elettrodomestico, conta molto anche il programma selezionato, la mole del modello e le temperature dei vari cicli di lavaggio/asciugatura. A fare la differenza sono anche i tipi di tessuti dei capi da trattare e la frequenza di utilizzo della macchina, se quotidiano o saltuario. Prima di aprire il portafogli non farsi mai ingannare dal prezzo di partenza, dunque, perché potrebbe essere ampiamente ripagato dalla ‘virtuosa’ vocazione al risparmio della lavasciuga negli anni avvenire.