Tappeti elastici, cosa considerare prima dell’acquisto

Molti tappeti elastici sono accomunati da caratteri di indubbia eccellenza, pronti per portare un sorriso e tanta voglia di libertà nel mondo di chi li compra. Divertimento assicurato, ma anche buona attività motoria, se è vero come è vero che questo sport è riconosciuto fra le discipline olimpioniche. Ciò significa che un buon telo da salto non è soltanto un rifugio ludico per bimbi vivaci, ma se praticato con costanza e nel modo giusto è anche un attrezzo ginnico da mettere a frutto con costanti allenamenti che, se ripetuti in sequenza ciclica, possono portare a risultati tangibili anche sul piano estetico, rassodando i muscoli, restituendo un buon livello di coordinazione motoria e giovando anche alla spina dorsale. Ogni famiglia è diversa e quindi diversi saranno i requisiti richiesti a un nuovo tappeto elastico. Come scegliere il tappeto elastico da giardino più adatto al proprio caso? Ecco qualche valutazione preliminare sulle cose importanti da considerare prima di procedere all’acquisto.

Chiedersi, innanzitutto, quanto spazio si ha a disposizione in giardino, nel cortile o sul terrazzo di casa. Una volta che si è chiarito questo aspetto, la dimensione del tappeto viene da sé. I trampolini più voluminosi occuperanno sicuramente più spazio, quindi si avrà meno possibilità in caso di superfici ristrette di fare altro, come una grigliata o concedersi il lusso di una tintarella. Diversamente, se si ha la fortuna di disporre di spazi esterni più estesi, un tappeto elastico più grande potrà rappresentare un’ottima fonte di divertimento ed esercizio fisico in grado di apportare palesi benefici sia all’aspetto che alla salute.

Se poi il telo è anche impermeabile alle intemperie, l’atto di saltare non si limiterà al periodo estivo, ma potrà essere protratto anche in altre stagioni più fredde e piovose.  Se si hanno bimbi piccoli e si vuole montare il tappeto elastico in giardino si dovrebbe anche considerare l’opportunità di montarlo in un punto ben visibile da casa, magari mentre loro giocano e i grandi stanno comodamente seduti in terrazzo o nella zona living. È importante, specialmente se il bambino è piccolo poterlo monitorare costantemente per non perderlo di vista mentre salta, da solo o in compagnia.